il palazzo comunale di Anagni

Un provvedimento che nasce per contrastare la temuta risalita dei contagi da Coronavirus, in prossimità delle festività natalizie. E’ questo il presupposto dell’ordinanza contingibile ed urgente firmata dal sindaco di Anagni avv. Daniele Natalia con l’obbligo di indossare all’aperto i dispositivi di protezione delle vie aeree.

La misura allo studio mira a contenere i contagi che con la variante Omicron stanno salendo in tutta Italia. Conferma che era arrivata, nei giorni scorsi, anche dal presidente Nicola Zingaretti: “vista la curva dei contagi stiamo valutando una ordinanza per l’obbligo di mascherine all’aperto che avrà efficacia su tutto il territorio regionale. Nel caso firmerò un’ordinanza ad hoc. Si tratta di una misura precauzionale, a prescindere quindi dal cambio di colore“.

Daniele Natalia

L’ordinanza del sindaco Natalia obbliga di indossare nei luoghi pubblici all’aperto, segnatamente strade, piazze, parchi e giardini rientranti nel territorio comunale di Anagni, i dispositivi di protezione delle vie respiratorie dalle ore 00,01 di martedì 21 dicembre 2021 alle ore 24.00 di venerdì 31 dicembre 2021, fatta salva la possibilità di successiva proroga. “Inoltre – si legge nell’ordinanza – tenuto conto dell’Ordinanza del Ministero della Salute 22 giugno 2021, è disposto l’obbligo di indossare il dispositivo di protezione delle vie respiratorie all’aperto in tutte le altre zone in cui si determina un’affluenza di persone tale da non garantire il distanziamento interpersonale – quali ad esempio altre vie dello shopping, luoghi di aggregazione, mercati, mercatini natalizi, fiere di vario genere, esposizioni e qualsiasi altro evento organizzato per le festività natalizie all’aperto – e comunque ovunque si configurino assembramenti o affollamenti.

Così come previsto dal DPCM, non hanno obbligo di indossare il dispositivo di protezione delle vie respiratorie i bambini di età inferiore ai sei anni, le persone con patologie o disabilità incompatibili con l’uso della mascherina ed i soggetti che stanno svolgendo attività sportiva (purché mantengano la prevista distanza interpersonale con le altre persone).