Il sindaco di Frosinone Nicola Ottaviani ha emesso una ordinanza contingibile e urgente in cui è stabilito l’obbligo di indossare i dispositivi di protezione delle vie aeree all’aperto nel periodo natalizio, nell’ambito delle misure urgenti e necessarie al fine di contenere e gestire la diffusione del COVID-19.

In occasione delle imminenti festività natalizie si registrerà, nei luoghi di aggregazione e nei centri dello shopping, come di consueto, un intenso afflusso di persone, che potrà comportare la difficoltà nel garantire il distanziamento interpersonale, tenuto conto anche del fatto che la Città di Frosinone, in quanto Capoluogo, è abitualmente frequentata da una popolazione di gran lunga superiore rispetto a quella strettamente residente.

NIcola Ottaviani

Nel rispetto del principio di proporzionalità, è necessario attuare tutte le azioni per evitare situazioni di pericolo per la salute pubblica attraverso l’adozione di un provvedimento di natura cautelare diretto a contrastare l’evoluzione della pandemia, prescrivendo dei comportamenti sociali laddove non possa essere garantito il distanziamento interpersonale.

Tenuto conto dell’indice di diffusione degli agenti virali da COVID-19, occorre adottare, anche in zona bianca, ulteriori misure di prevenzione nel periodo antecedente e successivo alle festività natalizie allo scopo di prevenire ogni ulteriore evoluzione negativa del quadro pandemico nel territorio comunale.

Inoltre, tenuto conto dell’Ordinanza del Ministero della Salute, è disposto l’obbligo di indossare il dispositivo di protezione delle vie respiratorie all’aperto in tutte le altre zone in cui si determini un’affluenza di persone tale da non garantire il distanziamento interpersonale – quali ad esempio altre vie dello shopping, luoghi di aggregazione, mercati, mercatini natalizi, fiere di vario genere, esposizioni e qualsiasi altro evento organizzato per le festività natalizie all’aperto – e comunque ovunque si configurino assembramenti o affollamenti.

Restano esentati dall’obbligo di indossare il dispositivo di protezione delle vie respiratorie i bambini di età inferiore ai sei anni; le persone con patologie o disabilità incompatibili con l’uso della mascherina; i soggetti che stanno svolgendo attività sportiva.