Paliano

A Paliano sono tante le attività dedicate ai bambini che l’amministrazione comunale ha realizzato in occasione delle festività natalizie, tra cui spiccano gli spettacoli teatrali per i bambini della scuola dell’Infanzia organizzati dall’Assessorato alle Politiche Scolastiche con il contributo economico della Regione Lazio.

“Tek l’ultimo albero” è il titolo dello spettacolo di burattini a cura dell’associazione culturale “Teatro della luna” che si terrà presso il teatro Esperia dal 17 al 22 dicembre.

Per tutti i bambini della scuola primaria l’appuntamento invece è per il 23 dicembre alle ore 14.30 in piazza XVII Martiri, con l’iniziativa “A spasso con Babbo Natale giocando con il sorriso” nell’ambito del progetto “I Giochi del Sorriso” organizzati dall’AICS – Associazione Italiana Cultura e Sport di Frosinone, in collaborazione con gli Assessorati alle Politiche Sociali e allo Sport.

“Un Natale di gioco, impegno, valori ed allegria per i bambini di Paliano – spiega Eleonora Campoli, assessore alle Politiche Scolastiche e Sociali al Comune di Paliano – un ringraziamento particolare all’on. Sara Battisti sempre attenta e vicina al territorio, alla crescita e alla trasmissione di valori sani quali il rispetto per l’ambiente, la solidarietà e l’altruismo che rendono questo Natale un momento non solo di svago, ma anche educativo e di crescita”.

“Un Natale davvero speciale per i nostri bimbi – ha aggiunto il consigliere con delega alle Politiche dello Sport Vanorio Calamari – spettacoli ed iniziative il cui filo conduttore sarà il rispetto e la tutela ambientale, la solidarietà valori e messaggi importanti da trasmettere alle nuove generazioni, fin dalla più tenera età“.

Queste, invece, le parole del sindaco Domenico Alfieri: “il cartellone degli eventi proposti dall’amministrazione Comunale è sempre più ricco e variegato con lo scopo di offrire alla cittadinanza una programmazione più ampia possibile, nonostante le difficoltà e le incertezze pandemiche che ci obbligano alla massima prudenza. Sebbene l’emergenza sanitaria non sia ancora finita, cerchiamo di dare un segnale per un ritorno alla normalità, con la sana voglia di tornare a stare insieme”.

articolo a cura di Laura Fantini