Nuova tappa per la manifestazione “La Strada del Cesanese per un Natale di…Vino”, organizzata dall’associazione per la Strada del Vino Cesanese, in collaborazione con Arsial, presente a Paliano nel suo tour promozionale che sta interessando i sei comuni che fanno parte della Strada del Cesanese. Dopo Anagni e Paliano, infatti, domenica 19 dicembre, doppio appuntamento a Piglio ed Acuto; mentre il 28 dicembre la manifestazione si concluderà ad Affile e Serrone.

L’iniziativa nasce in un’ottica di promozione del territorio anche attraverso i suoi prodotti tipici, ha detto Antonio Borgia, presidente dell’associazione organizzatrice. La novità presentata oggi, oltre al pampepato, una prelibatezza molto in uso nei nostri borghi,  ha raccontato il presidente durante la presentazione che si è svolta presso la caffetteria Igloo, alla presenza dell’assessore all’agricoltura del Comune di Paliano, Eleonora Campoli, sono le ciambelline, preparate dall’Azienda Agricola Bertacco. Per preparare questi dolci si utilizzano farine provenienti dal grano monococco, un grano che nasce da una spiga molto antica, con caratteristiche uniche che lo rendono leggero e digeribile, che si sta lavorando per riportarlo in coltura utilizzando tecniche a basso impatto ambientale che ne fanno un cerale biologico dalle molte proprietà, per preparare pane, pasta e prodotti da forno, ma anche una birra cruda, non pastorizzata.

Il turismo è fatto di numeri, trend, tendenze.  L’ultima ricerca Ipsos e le tendenze  Google presentate nel corso di BTO, evento dedicato a turismo, innovazione e tecnologia che si è svolto a Firenze nel mese di novembre, fotografano una situazione che vede il turismo enogastronomico in crescita. Nel 2021 l’Italia è il primo paese tra le mete enogastronomiche, nel periodo gennaio ottobre, seguita da Francia e Giappone. Il dato interessante  è che si registra un aumento del 39% per la ricerca di tour enogastronomici e del 30% nella ricerca di un tour in cantina.

È evidente che proprio l’enogastronomia può essere un volano per il turismo di queste zone, accompagnata ad un’offerta di qualità sempre più completa, in un territorio ricco di storia, arte e tradizione, dove nasce il Vino Cesanese del Piglio Docg, eccellenza italiana, unico rosso del Lazio a fregiarsi del prestigioso riconoscimento.

Il questionario proposto ha evidenziato la conoscenza del vino cesanese da parte dei presenti, la qualità dei prodotti presentati e la simpatia per l’iniziativa in generale.

Al termine dell’incontro il Presidente Borgia ha premiato i vincitori della caccia al tesoro Safari d’Arte organizzata dall’associazione Ara Macao che, dopo aver individuato i sei indizi disseminati per il bel borgo rinascimentale, utilizzando l’app gratuita Safari d’Arte, ed aiutandosi con mappa e coordinate, si sono aggiudicati una selezione di prodotti del territorio della strada del Cesanese.

Prossimo appuntamento Piglio ed Acuto, domenica 19 dicembre.
Alle ore 12.00 inizio presentazione e degustazione
. Per chi vuole partecipare alla caccia al tesoro la partenza è prevista alle ore 11.00: Acuto (Via Umberto I, app.to davanti la statua di Padre Pio); Piglio.

nota stampa a cura della collega giornalista Domitilla Baldoni