Nell’ambito della campagna di prevenzione denominata “Difenditi dalle truffe”, i Carabinieri della Compagnia di Anagni hanno tenuto tre incontri, il primo il 7 dicembre scorso a Paliano, gli altri due l’11 dicembre ad Acuto ed Anagni.

I Comandanti di Stazione hanno incontrato nei rispettivi centri anziani una delegazione di persone dando delle indicazioni sulle varie tipologie di truffatori ricordando loro che possono essere sia uomini che donne, agire da soli oppure in coppia, essere eleganti, cordiali e rassicuranti. “Di solito – hanno spiegato i militari – parlano molto allo scopo di confondere le idee e spesso fingono di essere stati mandati da un parente o da un conoscente. Si possono presentare a casa in varie vesti quali tute da lavoro/uniformi e mostrare dei finti tesserini, spacciandosi per impiegati di enti pubblici o privati”.

Gli incontri finalizzati a stimolare domande su criticità vissute o dubbi sulle condotte da tenere sono diretti principalmente a prevenire le truffe ai danni di persone appartenenti alle cosiddette fasce deboli, ritenuto un fenomeno particolarmente preoccupante in quanto rilascia nelle vittime effetti di frustrazione e disorientamento, oltre all’insicurezza nel continuare ad affrontare la vita quotidiana.

E’ stata rimarcata, altresì, l’importanza di un lavoro sinergico tra le Forze dell’Ordine, amministrazioni locali e cittadini, necessario ad incrementare la sicurezza percepita sul territorio migliorando la qualità della vita delle persone non più giovani. Agli incontri hanno preso parte numerose persone per lo più appartenenti alle fasce deboli della popolazione che hanno accolto favorevolmente l’iniziativa e si sono mostrati notevolmente interessati ai consigli dispensati dai militari dell’Arma i quali hanno invitato i presenti a chiamare i Carabinieri qualora venissero in contatto con potenziali truffatori al fine di dirimere qualsiasi loro dubbio.