L’Istituto di Storia e Arte del Lazio Meridionale chiude il ciclo “Dante 700” con la mostra documentaria che sarà inaugurata martedì 14 dicembre alle 10.30 sul tema “La Marittima di Dante e Bonifacio VIII”, nella sede presso il convitto nazionale Regina Margherita di Anagni. Sarà visitabile fino al 10 gennaio 2022 sul canale YouTube dell’Istituto.

Alle 11.30, è prevista una videoconferenza del professore Clemente Ciammaruconi, membro del Comitato direttivo dell’Istituto di storia e di arte del Lazio meridionale, studioso delle realtà medioevali dell’area pontina. La videoconferenza sarà sul tema “La Marittima nella Commedia di dante: Fossanova e l’ascesa al cielo di Tommaso d’Aquino” (Purgatorio XX, 67-69).

“Si parlerà – spiega il professore Gioacchino Giammaria, presidente dell’Isalm – di due importanti località pontine, presenti indirettamente nei versi di Dante: Astura e Fossanova. La prima per il tradimento che i signori di Astura hanno perpetrato contro Corradino e la seconda per il rapporto con Tommaso d’Aquino. Ci sarebbe anche il Circeo per via di Ulisse che rimase a lungo colà prigioniero della maga Circe; l’autore della ricerca, il professore Ciammaruconi, ha preferito soffermarsi solo sulle prime due località che saranno adeguatamente illustrate grazie ad apparato iconografici, topografici anche molto antichi”.

Seguirà una discussione con l’autore, con la partecipazione dell’Istituto di istruzione superiore Galilei – Sani di Latina.

Si potrà intervenire da remoto tramite il link che sarà pubblicato sul sito www.isalm.it a partire dalle ore 11.25.