Nel corso di un servizio di controllo del territorio, finalizzato al contrasto del fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti, i Carabinieri della Compagnia di Colleferro hanno arrestato un 50enne di Segni per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

Nella serata di ieri, lungo Corso Vittorio Emanuele, i militari della Stazione di Segni supportati dai militari di Colleferro,  hanno intimato l’alt a un’autovettura con a bordo un 39enne di origini tunisine e un 50enne di origini pugliesi, entrambi residenti nel centro segnino, già noti agli operanti. Nel corso del controllo i Carabinieri hanno notato che il passeggero, prima di scendere dal veicolo, ha tentato di disfarsi  di un sacchetto, che è stato immediatamente recuperato, al cui interno sono state trovate 24 dosi di cocaina del peso complessivo di 10 g. La successiva perquisizione presso l’abitazione del 50enne ha consentito di rinvenire un bilancino di precisione e un barattolo con 500 g di sostanza da taglio. Tutto il materiale è stato posto sotto sequestro in attesa delle analisi tossicologiche.

Nel medesimo contesto è emerso altresì che il 50enne era in atto sottoposto all’obbligo di dimora nel Comune di Segni per un analogo reato: per questo motivo è scattata nei suoi confronti anche una denuncia per la violazione delle prescrizioni della misura cautelare.

L’uomo, al termine delle formalità di rito, è stato portato nella sua abitazione e sottoposto agli arresti domiciliari a disposizione dell’AG veliterna in attesa dell’udienza di convalida che si è tenuta nella mattina odierna nel corso della quale il Giudice, dopo aver convalidato l’arresto, ha disposto nei suoi confronti la misura cautelare degli arresti domiciliari.