Nella notte tra lunedì e martedì, a Sora, i militari della locale Stazione – nel corso di servizio per il controllo del territorio teso alla prevenzione di reati predatori – hanno notato una autovettura che circolava lentamente in quel centro destando dei sospetti. Nel procedere al suo controllo, dopo aver acceso le luci lampeggianti di segnalazione, si sono posizionati in coda al veicolo ma il conducente invece di fermarsi, improvvisamente, ha accelerato nel tentativo di darsi alla fuga.

Prontamente inseguito dai militari operanti il mezzo ha finito la sua corsa contro un muretto a bordo strada ed il suo conducente si è dato alla fuga alla fuga a piedi per le vie adiacenti. Le immediate ricerche da parte dei Carabinieri coadiuvati dal personale del NORM della Compagnia di Sora, nel frattempo intervenuti in ausilio, hanno permesso di rintracciare e bloccare il fuggitivo poco dopo nelle immediate vicinanze, mentre tentava di scavalcare una recinzione.

L’autovettura abbandonata, risultata oggetto di furto avvenuto poco prima a Sora, espletate le formalità di rito è stata restituita alla proprietaria che ha formalizzato la denuncia di furto, mentre il malvivente, identificato in un 20enne di Rocca d’Arce (già censito per reati contro il patrimonio e la famiglia), è stato tratto in arresto per furto aggravato e danneggiamento e trattenuto nelle camere di sicurezza a disposizione della competente Autorità Giudiziaria.