Ancora in piazza, tra la gente, come ogni anno, per raccogliere fondi al fine di sostenere la ricerca scientifica, finanziando le borse di studio per giovani ricercatori e per supportare i Centri di Ematologia, anche con la donazione di dispositivi di protezione personale. Lo scorso week-end, in diversi zone della città, i volontari dell’Associazione Italiana contro le leucemie, il mieloma ed i linfomi sono scesi in campo per l’iniziativa “Ogni malato di leucemia ha la sua buona stella“, promossa su tutto il territorio nazionale.

Tante, durante quest’ultimo fine settimana, le stelle di Natale vendute a fronte di un contributo minimo di 12 euro, grazie anche alla collaborazione ed il sostegno del Nucleo di Protezione Civile dell’associazionale nazionale Carabinieri di Anagni.

I fondi raccolti serviranno anche a potenziare le cure domiciliari per adulti e bambini, riducendo l’affluenza in ospedale ai casi più urgenti, per sostenere pazienti e cari da un punto di vista psicologico e per incentivare la costruzione e l’individuazione di Case alloggio AIL, uno dei progetti più convincenti dell’associazione che da ormai 52 anni è riferimento per i malati ematoncologici e per le loro famiglie.

La vendita delle stelle di Natale AIL – comunque – prosegue anche nei prossimi giorni: chi vuole, può acquistarle nel negozio di telefonia “Free Band” sito nella piazzetta di Piscina, nel centro di Anagni.

I fiori si possono trovare anche in altre città della province di Frosinone e Roma, per cercare quella più vicina si può consultare la mappa a questo link.

Sul sito AIL (www.ail.it) – inoltre – ci sono anche moltissime idee regalo solidali per donare un Natale più sereno a tanti pazienti.