la piazza centrale di Ferentino

“Ho appreso la notizia della revoca del mio ruolo da vicesindaco dagli organi di stampa e in contemporanea dal Sindaco Antonio Pompeo. Al di là delle modalità, che pure hanno la loro importanza, è chiaramente venuto a mancare il rapporto fiduciario con quest’ultimo”; è quanto scrive – in una nota inviata a questa redazione – Luigi Vittori, ex vicesindaco al Comune di Ferentino, il cui mandato è stato revocato in mattinata dal sindaco Antonio Pompeo.

Antonio Pompeo e Luigi Vittori

Lo stesso Vittori si è detto – suo malgrado – costretto a rinunciare anche alle deleghe assessorili ai Servizi sociali e alle Politiche giovanili dicendosi anche pronto “a continuare a lavorare per Ferentino, stando in mezzo alle persone con orgoglio e dignità“.

“Ferentino Nel Cuore è proprio questo – si legge nella nota di Vittori – attenzione agli altri, soprattutto ai più deboli, e il mio impegno non verrà meno ora che non posso esercitare il ruolo di amministratore“.

“Chi mi conosce – ha concluso Vittori – sa benissimo che non sono le poltrone ad interessarmi, ma il bene della mia città. Certamente continuerò ad esprimere il mio pensiero politico, come ho sempre fatto”.