L’associazione Anagni cambia Anagni esprime moderata soddisfazione al termine del Consiglio comunale sulla proposta d’iniziativa popolare “Progetto d’impianto di biodigestione e compostaggio proposto dalla Energia Anagni srl, previsto nel comune di Anagni località Selciatella”.

Anagni cambia Anagni, oltre che aderire con propria sottoscrizione alla proposta di delibera firmata dai cittadini, ha sempre espresso, in ogni sede, l’auspicio che il testo firmato non fosse sostanzialmente emendato in sede di dibattito in Consiglio comunale in quanto, in tale sede, i cittadini non sono – ovviamente – parte attiva del confronto.  In questa peculiarità risiede una delle principali differenze tra un Consiglio richiesto da un determinato numero di consiglieri, come quello dello scorso 24 giugno, e quello richiesto, nella fattispecie, da seicento cittadini in rappresentanza diretta del corpo elettorale.

Per noti motivi, ricordati in dichiarazione di voto, non è andata come Anagni cambia Anagni richiedeva e auspicava.

Di certo le seicento firme dei cittadini, insieme alla sottoscrizione di altre iniziative ed ulteriori attività messe in piedi a difesa della città, hanno indotto il Sindaco e la maggioranza consiliare ad esprimere finalmente contrarietà all’autorizzazione all’impianto in questione ed ad ogni altra iniziativa di natura inquinante in un territorio già considerato area SIN.

Questa la dichiarazione di voto del consigliere Nello Di Giulio, capogruppo consiliare Anagni cambia Anagni.

“Siamo davanti ad un testo di delibera particolarmente importante, non solo per i suoi contenuti, ma anche perché arriva direttamente dai cittadini. Un atto di grande democrazia di cui dobbiamo ringraziare i promotori, i cittadini e tutti coloro che hanno partecipato dando credito a questa iniziativa così importante per la città di Anagni. Questa proposta dei cittadini, da me sottoscritta, ho più volte detto, non sarebbe stata mai da emendare da parte del Consiglio. Purtroppo, solo questa sera abbiamo potuto apprendere di un parere scritto da parte del Segretario Comunale circa osservazioni di ordine legale nelle responsabilità dell’Ente. Questa proposta è arrivata a questo Consiglio comunale, anche in tal senso, con un percorso troppo travagliato. Il valore di questa delibera, cari colleghi, caro Sindaco e, soprattutto, cari cittadini, ora sta tutto nella capacità che avrà il Sindaco nel farla valere con efficacia nelle sedi opportune.

Aver deliberato un atto così importante e lasciarlo in un cassetto sarebbe, caro Sindaco, deplorevole!

Quindi la richiesta che ti rivolgo, Sindaco, è di applicarla e farla valere in tutti i luoghi deputati e con tutti i mezzi e modalità a disposizione. Il Consiglio comunale ha fatto proprio il dovuto senso di responsabilità verso la città che ora ha il diritto di essere tenuta informata su tutti gli atti e le azioni che saranno messe in campo a seguito di questo testo che ci accingiamo a deliberare. In questo senso il mio voto, in rappresentanza del gruppo civico Anagni cambia Anagni, sarà favorevole. “

ccomunicato a cura dell’Associazione Anagni cambia Anagni