Ferentino

Quasi sette milioni e 400mila euro di investimenti nei servizi sanitari dell’area nord della provincia di Frosinone, con la vicina Anagni che presto vedrà sorgere un ospedale di comunità con 20 posti letto, ampliabili a 40, con Paliano che diventa casa di comunità sanitaria con un ampliamento previsto di 800 mq, con Fiuggi che implementa metratura e servizi diagnostici nella palazzina medica, con Frosinone e Sora che inaugurano nuovi reparti, Isola Liri con un nuovo ospedale della comunità sanitaria e così via, passando per la pioggia di milioni verso il sud della provincia; e Ferentino, in tutto questo? “Non pervenuto”.

E’ quanto scrivono in una nota i responsabili cittadini dei rispettivi partiti o movimenti di ispirazione di centrodestra Maurizio Berretta (Lega); Franco Collalti (Fratelli d’Italia); Giuseppe Patrizi (Forza Italia) e Arcangelo Iori (Destra Sociale)-

“Un paradosso che l’assessore alla Sanità Franco Martini abbia votato a favore di questo atto aziendale – è scritto nella nota inviata a questa redazione – non vorremmo che la nostra città stia scontando le “beghe” interne al Partito Democratico provinciale e locale; se questo fosse vero sarebbe veramente grave. Non capiamo l’ostinazione dell’assessore Franco Martini nel continuare ad inanellare insuccessi in materia sanitaria, il motivo per il quale mantiene una delega, quella alla sanità, dove il suo peso, e quello della sua corrente politica è pari a zero“.

“Eppure – prosegue la nota – più volte, anche in consiglio comunale, l’opposizione si è messa a disposizione per supportare l’assessorato nelle riunioni in ambito sanitario, ma l’assessore si ostina ad andare avanti da solo. Nei prossimi consigli comunali ne chiederemo conto, la città di Ferentino non merita questo trattamento, rivendichiamo in materia forte la pari dignità, nel caso in ambito sanitario”.