“In questo periodo, anche nel corso della pandemia, la Cisl e la Fit-Cisl sul territorio sono state un punto di riferimento per migliaia di persone. I vincoli di fiducia che legano i lavoratori ai loro rappresentanti si basano su azioni quotidiane, sulla vicinanza ai bisogni e ai desideri della persona intesa nella sua interezza. È importante andare avanti con questo spirito“.

Lo ha detto il segretario responsabile del presidio di Frosinone della Fit-Cisl del Lazio, Roberto Calcagni, nel corso della sua relazione all’assemblea congressuale che si è tenuta ieri presso l’hotel Liolà a Castrocielo, che ha visto la sua conferma alla guida del presidio. Su proposta di Calcagni, sono stati eletti vice segretari Massimo Iori e Leonardo Di Bono.

“Per quanto riguarda il nostro comparto – ha spiegato – porremo il massimo dell’attenzione sulla formazione e sorveglianza in materia di sicurezza sul lavoro, anche per quanto riguarda le norme anticovid. Tra le priorità riguardanti il territorio, riteniamo fondamentale colmare il gap organico e di mezzi sulla gestione dei rifiuti, internalizzare le attività di trasporto e logistica per garantire occupazione di qualità, rafforzare la contrattazione di secondo livello per la logistica, fare in modo che le aziende del Tpl non scarichino sui lavoratori le conseguenze della pandemia, intervenire contro le aggressioni ai lavoratori frontline della attività ferroviarie e dei Trasporti. Serve inoltre un riorientamento green della mobilità, e una visione sistemica delle infrastrutture, che preveda ad esempio connessioni tra il polo industriale di Frosinone e il Porto di Gaeta”.

“Il nostro grazie – ha aggiunto – va a tutti quei lavoratori che, nel mondo dei trasporti come in quello della logistica e dell’Igiene Ambientale, non si sono mai fermati e hanno sempre dato il massimo. Resteremo al loro fianco giorno per giorno affinché abbiano tutti i riconoscimenti che meritano, e affinché sia garantito un lavoro dignitoso a chiunque. Portiamo nel cuore le parole rivolte da Papa Francesco alla Fit-Cisl del Lazio: ‘Lottate, lottate, lottate. Nel mondo esistono pesci grandi e pesci piccoli: quelli troppo grandi devono dimagrire’”. All’assemblea congressuale hanno partecipato Enrico Capuano, Segretario Generale della Cisl di Frosinone; Marino Masucci, Segretario Generale della Fit-Cisl del Lazio; i segretari regionali della Fit-Cisl del Lazio Fabio Bonavigo, Stefania Fabbri e Roberto Ricci; il coordinatore Igiene Ambientale Fit-Cisl Lazio Massimiliano Gualandri.