Una novità assoluta presentata nella sala Restagno del Municipio alla presenza del sindaco Enzo Salera, dell’assessora allo Sport Maria Concetta Tamburrini, del presidente della Federazione Italiana Pallacanestro in Carrozzina Fernando Zappile, del delegato Fipic-Lazio Piergiorgio Fascina, del coach della Nazionale Carlo Di Giusto, del presidente del Basket Cassino Dino Pagano e del patron dello Sporting Club Antonio Monfreda. Presente in platea anche il pluridecorato campione paralimpico cassinate Giuseppe Campoccio.

“Siamo felici di aprire le porte della Città, per la prima volta, alla Nazionale Italiana che dal 25 novembre al 2 dicembre svolgerà qui la preparazione pre Europeo – ha affermato Enzo Salera – alla Nazionale e alla Fipic, al delegato Fascina e al presidente Zappile, vanno i nostri ringraziamenti per aver scelto Cassino, che sarà onorata di ospitare un evento che arricchisce l’intera comunità. Tutti gli atleti, in ogni disciplina, mettono passione in ciò che fanno – ha poi sottolineato rinvolgendosi agli atleti – ma voi ne mettete ancor di più. La vostra energia, la voglia di riscatto, l’encomiabile impegno profuso tra mille difficoltà, vi rendono atleti semplicemente straordinari. E noi cassinati siamo orgogliosi di avervi qui”.

Il delegato Fipic-Lazio Piergiorgio Fascina Fipic ha ringraziato “l’Amministrazione Comunale, lo Sporting Club, la famiglia Rocca titolare dell’Edra Hotel, la prof.ssa dell’Unicas Alessandra Zanon, il presidente Fipic Fernando Zappile” e “tutte le realtà che hanno contribuito alla buona riuscita dell’iniziativa”, prima di ricordare l’importanza dell’evento sportivo che seguirà il ritiro cassinate: “Dopo Cassino raggiungeremo Madrid per disputare il campionato europeo valevole per le qualificazioni al mondiale di Dubai 2022. Un traguardo che potranno tagliare solo le prime 5 squadre sulle 12 che parteciperanno”.

Carlo Di Giusto, allenatore delle tre Nazionali della Fipic, quella maggiore, l’under e quella femminile, si è detto “felice di essere a Cassino con amici come Dino Pagano e Joe Black”, ed ha ricordato che la squadra che volerà a Madrid “è composta da molti giovani ma anche da elementi di esperienza” e punterà “alla vittoria”