Sono tornati a casa a mani vuote – o quasi – i ladri che nel pomeriggio di domenica scorsa 14 novembre si sono intrufolati all’interno di un villino sito in località Monti, alla periferia di Anagni, con l’intento di rubare oggetti di valore e contanti. In realtà, però, più che il bottino – consistito in pochi euro in contanti – a gettare maggior sconforto nei proprietari, stimati imprenditori nel settore della ristorazione, è stato il danno provocato alle suppellettili e agli infissi della casa le cui stanze sono state praticamente messe tutte a soqquadro.

I ladri, quasi certamente, hanno agito nel corso del pomeriggio, con la complicità della nebbia che per tutta la durata di domenica è stata fittissima: i proprietari, infatti, si sono resi conto di quanto accaduto al loro rientro a casa, avvenuto pochi minuti dopo le 20.

Oltre alle stanze devastate, hanno trovato anche la cassaforte forzata: fortunatamente, al suo interno, non erano custoditi oggetti di importante valore.

I Carabinieri, intervenuti sul posto poco dopo essere stati chiamati dai proprietari dell’abitazione, hanno raccolto tutti gli elementi utili alle indagini nella speranza di individuare ed assicurare alla giustizia i responsabili dello scempio.