Ieri, lunedì 15 novembre 2021, a Piedimonte San Germano, il personale delle Sezioni Operative e Radiomobile del NORM della Compagnia Carabinieri di Cassino, a seguito di specifica attività info-investigativa intrapresa dopo una rapina ai danni di una ragazza del luogo la sera del 14 novembre scorso, ha sottoposto al fermo di Polizia Giudiziaria un 21enne, cittadino egiziano senza fissa dimora, a carico del quale nel corso dell’attività di indagine emergevano gravi indizi di colpevolezza per il reato commesso.

Nello specifico la vittima, una giovane studentessa, domenica sera mentre faceva rientro nella propria abitazione ubicata nel centro pedemontano, è stata minacciata di morte dal reo anche con un coltello il quale le intimava di consegnargli il cellulare e la borsa, dandosi successivamente alla fuga. Il fermo trae origine dagli elementi di riscontro acquisiti anche mediante l’acquisizione delle immagini dei sistemi di videosorveglianza della zona nonché sulla base del riconoscimento fotografico da parte della vittima eseguito al termine dell’attività investigativa.

In considerazione degli elementi di riscontro acquisiti nel corso dell’attività nei confronti del 21enne (già noto per i numerosi precedenti penali a suo carico, commessi tra il 2015 e il 2021), nonché del fondato pericolo di fuga dello stesso, si è proceduto al fermo di indiziato di delitto.

L’arrestato, espletate le formalità di rito, su disposizione della competente Autorità Giudiziaria è stato trasferito presso la Casa Circondariale di Roma Regina Coeli in attesa della convalida del provvedimento.