Ieri, a Strangolagalli, il personale del locale Comando Stazione Carabinieri,  unitamente al Nucleo Cinofili Carabinieri di Santa Maria di Galeria, ha deferito in stato di libertà un 26enne del luogo, celibe,  poiché resosi responsabile della “detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti”.

In particolare i militari operanti  avendo raccolto alcuni indizi in ordine alla possibilità che il denunciato era assiduo spacciatore il quel centro già da qualche tempo, predisponevano specifici servizi  di osservazione e controllo raccogliendo elementi a riscontro degli indizi che hanno dato origine all’attività tali da ritenere lo stesso poteva nascondere dello stupefacente presso la sua dimora.

A seguito degli elementi raccolti, ieri mattina  il predetto personale dell’Arma,  coadiuvati da una unità cinofila antidroga si presentavano presso l’abitazione del 26enne ed, una volta entrati, sorprendevano il giovane che repentinamente  gettava nel water dello stupefacente che veniva poi  recuperato nel pozzetto di scolo ove recuperavano  30 grammi di hashish e circa un grammo di cocaina. All’interno dell’abitazione venivano trovati inoltre: un bilancino di precisione, materiale adatto al confezionamento dello stupefacente, euro 720 in contanti e, grazie all’impiego dell’unità cinofila, venivano rinvenuti anche cinque spinelli nascosti nella cantina ed in soffitta. Tutto lo stupefacente rinvenuto, gli oggetti ed il denaro provento dell’illecita attività di spaccio venivano sequestrati informando  l’A.G. di Frosinone.