in primo piano Anagni e, sullo sfondo, Acuto

“L’Amministrazione Comunale accanto ai più bisognosi con l’erogazione di contributi economici per l’acquisto di beni alimentari e prodotti per l’igiene personale e degli ambienti, per il pagamento dei canoni di locazione e delle utenze domestiche (gas, energia elettrica, acqua, telefonia, T.A.R.I. su utenze domestiche)”; è quanto si legge in una nota inviata a questa redazione dall’ufficio Comunicazione del Comune di Anagni.

L’avviso con la relativa modulistica è stato pubblicato sul sito istituzionale del Comune di Anagni con una Guida ai cittadini ed un Elenco degli esercizi commerciali aderenti all’iniziativa cui presentare i buoni spesa.

Le domande, corredate della documentazione elencata nell’avviso, potranno essere presentate fino al 13 dicembre 2021. L’erogazione dei contributi verrà effettuata fino all’esaurimento dei fondi assegnati al Comune di Anagni. Per ulteriori informazioni è possibile comunque contattare l’Ufficio Servizi Sociali ai seguenti numeri: 0775730413/452/458/.

Il Sindaco Daniele Natalia ed il Consigliere subdelegato ai Servizi Sociali Danilo Tuffi spiegano: “continua l’azione dell’Amministrazione Comunale per sostenere i cittadini in difficoltà a causa dell’emergenza socio-economica legata al Covid-19. Fin dai primi giorni della pandemia non abbiamo mai trascurato l’impatto sociale che il Covid potesse avere sui singoli e sulle famiglie al di là della questione prettamente sanitaria. Rispetto alla precedente erogazione dei buoni spesa, l’intervento attuale è più incisivo poiché riguarda anche affitti e bollette, cioè quelle spese fisse mensili che persone in difficoltà economica – specie se dovuta all’emergenza sanitaria e quindi comparsa all’improvviso – non possono permettersi”.

“La pandemia – spiegano i due esponenti dell’amministrazione comunale – ha, in un certo senso, “colpito nel mucchio” impoverendo anche la classe media ed è per questo che occorre intervenire con tempestività. Il Comune è l’istituzione pubblica più vicina ai cittadini e ad esso spetta il compito di aiutare famiglie e singoli cittadini che vi si rivolgono. Noi siamo a disposizione. Chiaramente, proprio per la massima trasparenza, i dati forniti verranno inviati anche alla Guardia di Finanza così da poter attuare i controlli ed impedire che eventuali “furbetti” possano ottenere benefici che invece spettano a chi veramente oggi si trova in situazioni difficili”.