L’uomo, come ricostruito dagli agenti del Reparto Volanti, aveva raggirato un ragazzo facendosi consegnare 500 euro per l’acquisto di un telefonino, ma nel pacco consegnato c’era soltanto materiale edile.

Gli agenti del Reparto Volanti hanno denunciato un 31enne in trasferta dalla confinante Campania per aver messo in atto una truffa in danno di uno straniero.

Il malintenzionato ha avvicinato l’ignara vittima con l’escamotage di cercare un negozio  al quale poter vendere il proprio telefonino. Approfittando della curiosità del suo interlocutore, gli ha proposto di non lasciarsi sfuggire quell’affare, un telefonino di ultima generazione ad un prezzo interessantissimo di 500 euro. Nella circostanza ha mostrato anche  lo scontrino d’acquisto, per rassicurare il futuro acquirente circa la provenienza lecita.

Il giovane ha esternato la volontà di effettuare quell’acquisto, ma di non avere il denaro necessario e pertanto ha chiesto tempo per poter effettuare un prelievo ad un vicino bancomat.

Nel frangente, l’improvvisato venditore ha riposto il telefonino in un borsello in attesa di effettuare la consegna.

A pagamento effettuato il malcapitato ha ricevuto il borsello  contenente il pacco. Una volta aperto, l’amara sorpresa: all’interno c’era materiale edile, sostituito mentre era intento ad effettuare il prelievo dei contanti.

Il 25enne si è rivolto alla Polizia di Stato. Subito sono scattati i necessari accertamenti che hanno permesso di ricostruire l’accaduto ed identificare il malfattore, denunciato all’Autorità Giudiziaria per il reato di truffa.