Sì è tenuta in mattinata la cerimonia di apertura dei lavori per la realizzazione del nuovo parcheggio allo Scalo di circa 200 posti (area ex Frasca).  A presentare il progetto, è intervenuto il sindaco di Frosinone, Nicola Ottaviani, con gli assessori Pasquale Cirillo, Riccardo Mastrangeli, Angelo Retrosi, Antonio Scaccia, Massimiliano Tagliaferri, con il consigliere Francesco Trina e l’arch. Elio Noce. Presenti, per la società che sta effettuando i lavori, Pietro Di Mascolo e Alberto Elisi.

“Grazie alla partnership tra Comune e privato – ha dichiarato il sindaco di Frosinone, Nicola Ottaviani – la collettività potrà fruire di due opere infrastrutturali di interesse pubblico e dalle importanti ricadute economiche ed occupazionali”.

In coerenza con gli obblighi assunti nella convenzione sottoscritta con il Comune di Frosinone, infatti, la società sta effettuando a proprio carico – per un investimento pari a circa 1 milione e 600.000 euro – gli interventi previsti per la realizzazione de nuovo parcheggio con annessa area di scambio tra gli autoveicoli, il trasporto pubblico locale e quello extraurbano. Il progetto prevede non solo la costruzione di una nuova opera pubblica a uso di pendolari e viaggiatori, collegata tramite un ponte pedonale che attraverserà i binari, ma andrà a implementare anche gli standard urbanistici dell’intero quartiere. Alla fine dei lavori, il parcheggio diventerà interamente di proprietà dell’amministrazione comunale, con relativi introiti, nel quadro degli interventi collaterali rispetto alla riqualificazione dell’ex Permaflex, dove sorgerà il nuovo parco tematico e commerciale, posto a distanza di poche centinaia di metri dallo stesso parcheggio.

“Con la realizzazione del parcheggio, che fungerà da scambio intermodale per il traffico pubblico, privato e ferroviario, si procederà alla sistemazione di un’area abbandonata a sé stessa da circa 70 anni, mettendola al centro di un progetto di sviluppo economico, urbano ed extraurbano. L’obiettivo dell’amministrazione, infatti, è di aggiungere un ulteriore tassello sotto il profilo della modernità e della attrattività del territorio, mediante la riqualificazione dell’intero quartiere, per la quale sono stati investiti, complessivamente, circa 30 milioni di euro, tra Comune e FS, seguendo le direttrici di un rinnovamento armonioso e sostenibile”.

“Anche il progetto relativo alla trasformazione dell’ex Permaflex costituisce un capitolo importante nell’ambito degli interventi di sviluppo, economico ed occupazionale, del territorio. L’opera, infatti, è situata in una zona strategica dal bacino potenziale di utenza stimato tra i nove e i dieci milioni di persone, tra Roma e Napoli, che potrebbero così fruire dei servizi commerciali e del parco tematico per il tempo libero, che darà lavoro a centinaia di addetti, sia nel comparto interno che nell’indotto”, ha concluso il sindaco.