Il Colonnello dei Carabinieri Sergio De Caprio, noto a tutti come “Capitano Ultimo”, è certamente l’ospite più atteso dell’Accademia Bonifaciana, che oggi pomeriggio, nella Sala della ragione del palazzo comunale di Anagni aprirà l’anno accademico 2021-2022 e conferirà alcuni riconoscimenti del Premio Bonifacio VIII, giunto alla sua XIX edizione.

Proposto dal Rettore Presidente Sante De Angelis e dal Presidente del Comitato Scientifico monsignor Enrico dal Covolo, “il colonnello De Caprio – come recita la motivazione del Premio Bonifacio VIII – risulta essere un esempio di rappresentanza delle istituzioni al servizio della legalità e sicurezza dei cittadini, che ha esercitato il proprio servizio nell’Arma dei Carabinieri e si è distinto per il suo ruolo nelle indagini antimafia. Lo stesso ha dedicato la sua intera esistenza agli altri, ai più fragili e ai più deboli, svolgendo il proprio servizio con grande umiltà, combattendo contro l’ingiustizia e la criminalità, promulgando, attraverso il suo esempio e la sua condotta di vita, quei valori etici e morali che devono sempre guidare le scelte e le coscienze di tutti”.

“La sua presenza oggi all’Accademia Bonifaciana  – ha detto De Angelis – ci rende ancora più orgogliosi di essere italiani. A lui va tutta la nostra stima e riconoscenza“.