All’ufficio Tecnico comunale si sta già predisponendo un nuovo intervento di ripulitura – anche stavolta, ovviamente, con i costi a carico della collettività – dopo che, nelle ultime ore, qualcuno ha nuovamente imbrattato le mura del Parco della Rimembranza con spray di colore nero.

“V+A=❤️” e “L+G”: queste le due scritte comparse stamane a ridosso della scalinata di destra del parco progettato da Enrico Del Debbio per commemorare i Caduti della prima guerra mondiale. Sul grave atto vandalico indagano ora gli agenti della Polizia Locale di Anagni agli ordini del dott. Giuseppe Nunziata.

Dal Comune di Anagni, la maggioranza consiliare parla di “gesto di pessimo gusto, complice la mancanza di rispetto totale sia nei confronti della cosa pubblica che di un luogo che, con una nobilissima finalità, tiene vivo il ricordo di tanti giovani venuti a mancare combattendo per la Patria. Ci attiveremo presto per ripulire tutto, ma gesti del genere sono davvero riprovevoli e inaccettabili”.

Intanto, il Comune di Anagni si è già attivato con le Forze dell’Ordine per capire se sia possibile risalire ai responsabili attraverso le riprese delle telecamere installate in piazza Cavour e nel parco stesso. Il gesto potrebbe costar loro molto caro.