E’ un uomo di 39 anni – di nazionalità rumena – l’uomo rimasto ucciso, questa sera – lunedì 25 ottobre 2021 – nel centro di Santopadre, piccolo Comune tra Arpino e Fontana Liri; secondo le prime informazioni, l’uomo sarebbe stato sorpreso a rubare all’interno di una abitazione assieme ad altri tre complici. A fare fuoco sarebbe stato il proprietario della casa, titolare di una ricevitoria-tabaccheria che – in passato – avrebbe già subìto altri furti.

Il proprietario dell’abitazione, rincasando, si sarebbe accorto della presenza dei malviventi all’interno della casa e avrebbe fatto fuoco con il fucile uccidendo sul colpo il 39enne; i complici sono riusciti a fuggire. Nella sparatoria – probabilmente – anche un altro di loro sarebbe rimasto ferito.

Sul posto sono immediatamente giunti sia i Carabinieri del Comando provinciale di Frosinone sia gli agenti della Polizia di Stato della Questura di Frosinone: a loro sono affidate ora le indagini per ricostruire l’esatta dinamica dei fatti e per rintracciare gli altri malviventi.

Ad occuparsi del caso, il magistrato Marina Marra della Procura di Cassino che ha interrogato il tabaccaio che avrebbe sostenuto di aver agito per legittima difesa. Il bandito ucciso, secondo le indiscrezioni trapelate, era armato di pistola.