piazza Italia e, sullo sfondo, la sede comunale

Terremoto nel palazzo comunale di Colleferro dove nei giorni scorsi un dipendente dell’ente locale è stato arrestato dalla Guardia di Finanza per aver indotto un cittadino a versare denaro – 4000 euro – a fronte della svendita della loro pubblica funzione. Ne dà notizia – questa mattina, 25 ottobre 2021 – il primo cittadino di Colleferro Pierluigi Sanna che su Facebook parla di “fatto di gravità inaudita che va condannato con fermezza, assumendo tutti in provvedimenti del caso”.

Nella vicenda sono coinvolte anche altre due persone: una dipendente della società “La Fenice” – azienda speciale che vede come soci i Comuni di Colleferro e Labico che esercitano controllo e vigilanza sui servizi affidati all’ Azienda Speciale, attraverso i Contratti di Servizio – e un privato cittadino.

Per i due dipendenti pubblici, che farebbero parte dell’ufficio tecnico – settore edilizia privata, si starebbe già provvedendo alla sospensione dal servizio ed agli atti propedeutici per il licenziamento.

Le parole del sindaco Pierluigi Sanna