Bruno Ludovici, Paola Rolletta e i fratelli Amleto ed Edmondo Iafrate sono i vincitori della XII edizione del Premio FiuggiStoria-Lazio Meridionale e Terre di Confine 2021 la cui cerimonia si è svolta nei giorni scorsi nella sala consiliare del palazzo comunale di Fiuggi alla presenza di Pino Pelloni, Felice Vinci, Luciana Ascarelli e Antimo Della Valle coadiuvati da Aldo Cagnacci insieme a Vincenzo Faustinella, vincitori della passata edizione.

Paola Rolletta

32, in tutto, i titoli ricevuti quest’anno dalla giuria; venti quelli arrivati in finale: ad ottenere il prestigioso riconoscimento sono stati, appunto, i fratelli Amleto ed Edmondo Iafrate per il libro “Gli stabilimenti del Fibreno, Fabbriche di carta e tappezzerie da parati nell’insula regni del 1800”. (Ediz. Illustrata, 2020); Bruno Ludovici, studioso appassionato di storia locale, per il suo “Cronache Anticolane” (Editrice Frusinate, 2021) e Paola Rolletta, collega giornalista e responsabile dell’ufficio stampa dell’ASL di Frosinone, dell’Associazione Gottifredo di Alatri per la traduzione della autobiografia di Stephane Grappelli: “In viaggio con il mio violino” (OttoTipi Editore).

Per quanto riguarda le menzioni di merito di questa edizione, sono andate a Ferdinando Riccardi per il libro “I D’Aquino di Roccasecca. Storia di una nobile famiglia e del suo castello” (Arte Stampa, 2021); a Salvatore Jacobelli per “Mulini ad acqua nei territori di Vico nel Lazio, di Guarcino e di Collepardo” (Morlacchi Editore); a Sandro Magnosi per “Valdesi a Colleferro” (Atlantide Editore). Una menzione in memoriam a Gennaro Maiorino autore de “Un anno di ricordi. Settembre 1943-giugno 1944” (Livingston).