Antòn

Dopo il buon riscontro dell’Ep “Fronte della nuova rivoluzione universale” e dei quattro singoli da esso estratti, il cantautore anagnino Antòn, classe 1992 torna con una ballad pop dai toni più leggeri, abbandonando momentaneamente lo stampo rock delle pubblicazioni precedenti.

La canzone, dalle atmosfere romantiche, ha però un significato che va colto “tra le righe”. Ha infatti dichiarato Antòn:

“La canzone ha una chiave di lettura particolare: ho voluto raccontare con un sound e delle parole  abbastanza romantiche e malinconiche,  quello che è l’ultimo incontro sessuale di una coppia prima della definitiva separazione. Il tutto dal punto di vista di uno dei partner, nel quale ho cercato di immedesimarmi, il quale è  consapevole che quello che sta accadendo non si ripeterà (forse) mai più.

Non è un pezzo autobiografico, e forse per questo, non ho colto appieno ciò che davvero succede o si pensa in quella determinata situazione, ma ho voluto trattare l’argomento senza essere troppo esplicito o diretto, cosa che preferisco fare nei miei brani più rock.”

Testo scritto da Antòn e musica composta da Antòn e Marco Fapani, la canzone è stata interamente arrangiata e prodotta da Marco Fapani presso la 0371 Music Room di San Martino in Strada (LO), mentre le parti vocali sono state registrate presso il Production Music Studio di Angelo Loffredi ad Alatri.

“Il ballo più bello del mondo” è disponibile in streaming su tutti gli store dal 24 settembre e con lyric video dall’1 ottobre sul canale YouTube di Antòn.