E’ stato presentato nei giorni scorsi, nella sala consiliare del Comune di Colleferro, il progetto “L’Europa in Comune” al quale aderiscono i Comuni di Artena, Carpineto Romano, Colleferro, Valmontone, Labico, Gavignano, Gorga, Montelanico e Segni.

Nel corso del convegno sono stati illustrati i contenuti della Convenzione, l’atto amministrativo che istituisce l’ufficio che farà capo agli Enti locali sopra citati che hanno già aderito al progetto e che consentirà di lavorare in sinergia su bandi e iniziative comunitarie.

Un progetto fortemente voluto in primis dal sindaco di Colleferro Pierluigi Sanna e poi da tutti i sindaci del territorio sul quale tutti si sono impegnati con grande determinazione che aiuterà il territorio a crescere in termini di competenze e di capacità di rispondere ai bisogni in modo coordinato e a beneficio di aree più vaste rispetto agli stretti confini territoriali. “Anche a causa di una scarsa capacità amministrativa su questi temi, negli anni abbiamo perso importanti occasioni che altri paesi e regioni europee non si sono lasciati scappare”, è stato detto nel corso della conferenza di presentazione.

Le parole del sindaco di Carpineto Romano dott. Stefano Cacciotti

Stefano Cacciotti

“Con questa importante iniziativa – ha commentato il sindaco di Carpineto Romano dott. Stefano Cacciotti – garantiremo ai comuni un servizio con degli strumenti importanti che, in vista della nuova programmazione europea e delle risorse del PNRR, nei prossimi anni potrà rilanciare il nostro territorio che ha il dovere di farsi trovare pronto a raccogliere le sfide comunitarie su innovazione, giovani, digitale e smart city, risorse naturali e agricoltura, industria e imprese, occupazione, formazione e pari opportunità.

Europa in Comune è un progetto innovativo ed è tra le prime strutture intercomunali del Lazio specializzata in questo tipo di servizio. Un progetto che, a mio avviso, rappresenta lo strumento più utile per far crescere l’Europa e, con lei, la consapevolezza di amministratori, cittadini e territori di farne parte.

Tutti siamo convinti, infatti, che solo se il territorio sarà in grado di fare sistema potrà essere più competitivo progettando insieme per attrarre nuove risorse sul territorio. Un plauso a tutti gli amministratori dei comuni sottoscrittori e al consigliere comunale con delega alle politiche europee Marco Battisti per il lavoro svolto in questi mesi”.