Nei giorni scorsi la Confraternita della Madonna delle Grazie di Gavignano ha proceduto al rinnovo delle cariche; priore è stato eletto Luciano Sinibaldi mentre suo vice è Costantino Baiocchi. Anna Maria Salvi è cassiera, Daniele Boccardelli segretario, e i signori Fabrizio D’Eramo, Matteo Sinibaldi e Marco Canali sono i consiglieri.

Un po’ di storia

La devozione alla Madonna delle Grazie viene tramandata di generazione in generazione dal  XVII secolo. Nel 1679, infatti, i gavignanesi pronunciano un solenne voto alla Vergine, raffigurata in un’antica tela. L’occasione è determinata dal diffondersi della peste, che mieteva quasi tutti i giorni nuove vittime. Per questo motivo, la nostra popolazione ha iniziato, sempre più frequentemente, a recarsi nella cappella della Madonna.

La supplica viene esaudita e il 3 ottobre 1679 il contagio, quasi miracolosamente, scompare. I cittadini decidono allora di stanziare dei soldi per l’acquisto di una statua di legno che viene realizzata a Roma nel 1732. Da allora la confraternita per ricordare il miracolo ogni 2 ottobre porta in processione per le strade di Gavignano la statua della Madonna delle Grazie.

Le parole del nuovo Priore

“Il priore – è scritto in una nota inviata a questa redazione – ringrazia tutti i confratelli che lo hanno votato ed esprime la propria felicità nel ricoprire un incarico molto importante per tutti i fedeli della Madonna delle Grazie. Il Priore inoltre continuerà il lavoro svolto dai precedenti Priori tra cui molti appartenenti alla famiglia Sinibaldi da cui proviene, con devozione e tradizione che da sempre contraddistinguono la nostra confraternita”.