Tante persone ma, soprattutto, tanti amici a quattro zampe hanno partecipato ieri pomeriggio – sabato 18 settembre 2021 – alla campagna di microchippatura gratuita organizzata dal consigliere con delega all’Ambiente Cristian Scarfagna in collaborazione con i volontari dell’Accademia Kronos.

50 i cani ai quali è stato inserito il microchip, un dispositivo di piccolissime dimensioni che contiene un codice di identificazione proprio di ogni singolo animale. Non consente la localizzazione, ma permette invece di scoprire l’identità del cane, attraverso un apposito lettore di cui tutti i veterinari sono in possesso.

Inserire il microchip al cane è un processo estremamente facile e per nulla doloroso, che consiste in una semplice iniezione sottocutanea della durata di pochi secondi. Il dispositivo, denominato transponder, è una capsula di vetro biocompatibile, del tutto innocua per la salute dell’animale, che dal 2005 sostituisce il vecchio tatuaggio.

“Una giornata davvero straordinaria, ringrazio innanzitutto chi ha partecipato scegliendo di far microchippare il proprio animale e poi tutti i volontari dell’Accademia Kronos coordinati dal com. Armando Bruni per l’impegno e la serietà che da sempre li contraddistinguono”, ha affermato Cristian Scarfagna ad anagnia.com.