Paura e allarme in città poco dopo le 23:00 di ieri sera – sabato 18 settembre 2021 – quando, col favore del buio, una banda di malviventi organizzati ha messo a segno un duplice colpo in località Muraglione, a ridosso dei quattro tornanti alle porte sud della città. Secondo quanto si è appreso, i malviventi hanno agito in maniera pressoché simultanea nelle due ville, in quel momento incustodite in quanto in entrambi i casi i proprietari erano in visita a dei parenti, sottraendo rispettivamente una cassaforte a muro contenente cinque tra fucili e carabine da caccia e munizioni, ed alcuni preziosi e contanti dalla cassaforte dell’altra abitazione che si trova a pochi metri.

Ad aspettarli, poco sotto, un furgone che ha raccolto e caricato la refurtiva. In una delle due abitazioni la banda di ladri ha pianificato le operazioni gettando della schiuma poliuretanica per disinnescare la sirena esterna dell’antifurto, dopodiché i malviventi hanno troncato una persiana d’alluminio posta al secondo piano, rotto le luci dei lampioni e scardinato una grata in ferro ed una portafinestra.

Entrati all’interno hanno disinnescato la centralina dell’allarme dal circuito elettrico, trascinato fino alla balconata la cassaforte blindata con le armi – tutte regolarmente detenute – gettandola quindi al di sotto dove i complici si erano già organizzati per caricarla.

In maniera sincronizzata, una seconda squadra di ladri è entrata quasi simultaneamente nella villa di fronte scavalcando la recinzione, scassinato alcune persiane in legno e portato via gioielli, una collana di famiglia, orologi e duemila euro in contanti contenuti nella cassaforte murata e aperta con una smerigliatrice per metalli. Il bottino, ancora da quantificare esattamente, è molto ingente.

Le attività investigative saranno adesso condotte dai Carabinieri della Compagnia di Anagni; i proprietari delle due abitazioni hanno reso le proprie dichiarazioni ai militari riguardo all’accaduto.

Resta un sentimento di inquietudine nel quartiere preso di mira, non nuovo a tentativi di furto, dove tutti i residenti adesso auspicano da parte dell’amministrazione comunale e provinciale maggior attenzione in tema di sicurezza, prerogativa di una buona amministrazione, anche attraverso l’istallazione di una rete di illuminazione pubblica che possa servire da deterrente per futuri malviventi.

articolo e foto a cura del dott. Fabrizio Tagliaboschi