La sfida sanitaria della pandemia da Covid 19 ha duramente colpito il territorio ricompreso nella Asl Rm5 – circa 500 mila abitanti – ed ha avuto, tra tante conseguenze, l’effetto di relegare in secondo piano tutte le altre patologie.

Sabato 25 settembre 2021, ore 11.00, in piazza Gobetti, a Colleferro, i cittadini scendono in piazza per chiedere alla Regione, alla Asl Rm5 e ai 70 Comuni riuniti nella Conferenza dei Sindaci del distretto l’impegno delle Istituzioni a garantire una informazione trasparente, una sanità pubblica territoriale e di prossimità, organico appropriato e strutturato, servizi accessibili, adeguamento e potenziamento dei pronto soccorso, con assegnazione di personale professionalizzato, aumento dei posti letto, un pronto soccorso pediatrico, rinnovo delle attrezzature, maggiori organici per tutti i livelli, ambulanze medicalizzate, nuovo sistema di gestione delle liste di attesa, un regime ordinario per le attività chirurgiche, compresa la chirurgia pediatrica: servizi da garantire subito negli ospedali esistenti!

A noi cittadini della Asl Rm5 non serve un nuovo ospedale sulla Tiburtina! Ai nostri ospedali servono risorse economiche, stabilizzazione del personale interno, incremento degli organici e affidamento di responsabilità e ruoli, a cominciare dalle figure apicali di direzione sanitaria dei reparti.

A noi cittadini interessa che siano colmati urgentemente i vuoti di organico e di gestione del personale, partendo dalla nomina del primario del pronto soccorso dell’ospedale di Colleferro.

Basta con le chiamate a gettone, convenzioni, incarichi, contratti a termine e con tutte quelle forme che creano precarietà e sono la causa della fuga di tanti professionisti dai nostri ospedali.

Basta con la chiusura di reparti e trasferimento di servizi, come, da ultimo, la Terapia del dolore che da Colleferro è stata traslocata a Tivoli.

A noi cittadini non interessa la proposta scissionista dei Sindaci di passare alla AslRm6 perché è demagogica e inutile sul piano concreto: vogliamo il ripristino dell’operatività dei nostri ospedali che devono funzionare a pieno regime a Colleferro, Palestrina, Subiaco, Tivoli e Monterotondo!

Il comitato Salute ed Ambiente Asl Rm5 e il comitato libero “A difesa dell’ospedale di Colleferro” invitano tutti a sostenere queste richieste e ad aderire alla manifestazione dei cittadini aperta alla partecipazione di rappresentanti politici e di lavoratori, amministratori pubblici e Sindaci, senza bandiere di partito o di sindacato. Sono ammessi striscioni di comitati e associazioni di cittadini.

Sarà osservata la normativa anti Covid.

nota stampa a cura del Comitato Salute ed Ambiente AslRm5 e del comitato libero “A difesa dell’ospedale di Collefero” – Coordinamento territoriale