Colleferro

È stata presentata per l’incasso la vincita di uno dei premi speciali assegnati dal SuperEnalotto nel concorso n.76 di sabato 26 giugno, che ha distribuito in tutta Italia 100 premi garantiti da 100 mila euro ciascuno. Nel Lazio sono state realizzate 10 vincite: otto nella provincia di Roma (di cui cinque nella capitale), uno nella provincia di Viterbo e uno nella provincia di Latina.

Stavolta, si legge in una nota stampa della SISAL, la protagonista è una donna di mezza età di Colleferro, impiegata e divorziata. Nata in una cittadina di provincia, dopo il diploma ed innumerevoli concorsi per trovare un lavoro, è riuscita a ottenere un impiego stabile che la appaga e di cui è felice.

Sul lavoro ha un socio ed è con lui, e grazie a lui, che apprende dell’iniziativa speciale di SuperEnalotto SuperStar; insieme, decidono quindi di “reinvestire” 5 euro da una precedente vincita per tentare la fortuna.

«Io e il mio socio abbiamo un ottimo rapporto. Ci confrontiamo sul lavoro ma spesso anche su scelte che entrambi dobbiamo fare nella vita, dai piccoli ai grandi progetti. Siamo una coppia affiatata e, soprattutto, ci vogliamo bene».

«Quando ho scoperto di aver vinto, la sera, da casa, controllando sull’App, ho rischiato l’infarto! Ero felice e allo stesso tempo mi tremavano le gambe, tanto che prima di chiamare il mio socio per annunciargli la vincita, volevo esserne più che certa, per non metterlo in agitazione. La disillusione spesso è più forte dell’illusione stessa e sapevamo entrambi che la vincita ci avrebbe aiutato a risolvere tanti problemi di natura economica».

Con il denaro della vincita, che sarà equamente divisa in due, la donna ristrutturerà casa, mentre il socio estinguerà il mutuo. Entrambi sono consapevoli che i soldi saranno destinati al meglio, senza sperperi.

«La vincita è arrivata come una manna dal cielo ma occorre sempre avere rispetto del denaro. Spero solo che finiti i lavori per la casa, avanzi ancora una cifra da accantonare e da tenere come riserva per le spese improvvise. Avere la consapevolezza di non dover rincorrere i debiti è una sensazione impagabile, che davvero tramette la più importante delle emozioni, la serenità».