Un incontro tra amici trasformatosi, improvvisamente, in uno scenario tragico sfociato in un tentato omicidio. E’ quanto accaduto nella tarda serata di ieri – 20 agosto 2021 – in un’abitazione della periferia alatrense ove tre persone, due uomini e una donna, avevano organizzato una cena conviviale, quando improvvisamente a causa di futili motivi, riconducibili verosimilmente ad interessi sentimentali legati alla donna, un 32enne del posto, proprietario della casa e già censito per reati contro il patrimonio e la persona, ha iniziato a litigare con l’altro uomo presente, un 52enne della provincia di Caserta anch’egli già censito per reati contro il patrimonio e la persona.

Dalle parole ai fatti il passaggio è stato breve ed il 32enne nella concitazione ha preso un coltello da macellaio tipo mannaia ed ha aggredito all’esterno dell’abitazione il contendente, causandogli gravi ferite all’altezza dell’avambraccio sinistro. La Centrale Operativa della Compagnia Carabinieri di Alatri, allertata telefonicamente mediante 112 da un passante che aveva notato la scena, ha provveduto a ad inviare sul posto i militari del N.O.R.M. che immediatamente giunti hanno rintracciato l’uomo nelle vicinanze dello stabile, bloccandolo e impedendogli di porre in essere ulteriori azioni criminali. A seguito di perquisizione locale i Carabinieri hanno rinvenuto e sequestrato l’arma da taglio utilizzata per l’aggressione.

Al termine delle formalità di rito, i militari hanno tratto in arresto in flagranza di reato il 32enne perché responsabile di tentato omicidio e dopo averlo trattenuto presso le camere di sicurezza della Compagnia di Alatri, questa mattina lo hanno condotto nel carcere di Regina Coeli di Roma.

L’uomo ferito, nel frattempo, è stato soccorso dal personale del servizio 118 e trasportato presso il pronto soccorso dell’Ospedale “F. Spaziani” di Frosinone, ove veniva medicato e giudicato guaribile in 20 giorni e poi ricoverato presso l’ospedale di Alatri.