una immagine degli scavi di Fontana Ranuccio scattata lo scorso anno

Due turni – uno di mattina, dalle 10.30 alle 12.30; l’altro pomeridiano, dalle 16.30 alle 18.30 – per dare la possibilità a chiunque ne faccia richiesta di visitare uno dei luoghi archeologicamente più importanti dell’intera regione, tra resti di Elephas antiquus, iene, leoni e i primi ominidi che abitarono l’Europa.

L’iniziativa, anche quest’anno organizzata dall’Istituto Italiano di Paleontologia Umana che ha sede ad Anagni in collaborazione con BancAnagni, si terrà dal 30 agosto al 2 settembre prossimo in località Fontana Ranuccio, uno dei siti preistorici più antichi d’Italia e ancora oggi oggetto di ricerche e scavi archeologici.

Ce ne parla, di seguito, nel video, la dott.ssa Serena Vona, archeologa. A questo link tutte le informazioni su come prenotarsi per partecipare.