In un momento storico ancora fortemente segnato dalle misure restrittive per il contrasto e il contenimento dell’emergenza epidemiologica da Covid-19, si è chiusa ieri, 16 agosto, l’edizione 2021 dell’Estate Palianese: una festa che ha saputo armonizzare sicurezza sanitaria e voglia di ripartire, offrendo a turisti e cittadini una serie di eventi, spettacoli e concerti in grado di creare nuove occasioni di intrattenimento, svago, condivisione e socialità.

I festeggiamenti sono iniziati sul finire di luglio, con la XIX edizione de “Il Carosello”, la tre giorni organizzata da CircOtello e Teatro della Luna e dedicata alle performance degli artisti di strada e che rappresenta ormai un appuntamento fondamentale dell’estate ciociara e nella programmazione culturale della Regione Lazio.

Confermato il tradizionale impegno per il teatro e la musica dal vivo, grazie al grande lavoro della Pro Loco di Paliano, con gli spettacoli di Giobbe Covatta e Marco Marzocca, i concerti dei Regina – The Real Queen Experience, Il Muro del Canto e Senna, le esibizioni di Gianfranco Butinar, Christian Cappellone e Icaro.

Sul versante della musica etnica e popolare, la città è stata inoltre sede di diverse tappe della XLI edizione della “Stagione Concertistica delle Città Medievali”, iniziativa promossa dall’Associazione Musicale Ernico Simbruina col sostegno del Credito Cooperativo C.R.A. di Paliano che ha portato in scena artisti come Orlando Di Bello, Ensemble Le Tre meno un Quarto, Corpo di Ballo di Danze Etniche Istòs, Art Tango Ensemble, Corrado Amici, Ambrogio Sparagna e l’Orchestra Popolare Italiana.

La tenacia dell’Associazione Culturale Palio dell’Assunta e Corteo Storico “Città di Paliano” e dei comitati dei Rioni e delle Contrade ha permesso di tornare a organizzare, seppur con i necessari aggiustamenti dovuti all’emergenza Covid-19, la Serata Rinascimentale, la sfilata dei figuranti, il Palio dei Popolani, vinto da Terrignano, e la Giostra del Turco, in cui ha primeggiato per il Rione Sant’Andrea il cavaliere Marco Toselli su Margherita.

Grazie all’associazione Terre Rare è stato possibile allestire nuovamente l’estemporanea di pittura dedicata alla memoria di Giacomo Lisia, il cui primo premio è stato assegnato all’opera presentata da Mauro Del Vescovo, a fronte del vaglio della giuria di qualità composta dal vicesindaco con delega alla Cultura Valentina Adiutori, dal pittore Antonello Nori e da Beatrice Lisia.

Spazio anche per il volontariato e la raccolta del sangue, con l’autoemoteca allestita dall’Avis “Ugo Fioramonti”, per la tradizionale tappa palianense dei cavalieri impegnati nella rievocazione della transumanza dalle Falasche di Anzio alla montagna di Jenne e per l’allestimento della mostra dei lavori in ceramica realizzati dagli ospiti della Casa di Reclusione di Paliano.

Il sindaco Domenico Alfieri ha dichiarato: «Questa edizione dell’Estate Palianese ha un valore particolare rispetto alle precedenti, perché ha rappresentato per la nostra città un’occasione per affrontare, senza ignorarne il dramma, ma con responsabilità e senso civico, questa pandemia che ancora incide nel profondo sul nostro quotidiano. Il mio più sincero ringraziamento va a tutti coloro che hanno dato il proprio contributo per ritrovarci di nuovo assieme, in sicurezza, a festeggiare: la Pro Loco cittadina, l’Ente Palio con i comitati dei Rioni e delle Contrade, il Credito Cooperativo, il CircOtelleo e il Teatro della Luna, la Casa di Reclusione, l’associazione Terre Rare, i volontari della Croce Rossa, della Protezione Civile, della Polizia Penitenziaria e dell’Avis, il personale di Gea Ecologia, i cantonieri comunali, la Polizia Locale e tutte le forze dell’ordine che hanno prestato servizio per la nostra comunità. Il successo di questa festa è per noi il punto di una nuova ripartenza».

«I festeggiamenti di questo Ferragosto hanno richiesto una macchina organizzativa imponente, perché era nostra intenzione offrire degli eventi di qualità, in linea con quelli delle precedenti edizioni, ma era anche nostro dovere garantire il rispetto di tutti i protocolli di sicurezza sanitaria in vigore. Volevamo tornare a celebrare la nostra Estate Palianese, ma in noi era ben presente la consapevolezza di un’emergenza pandemica ancora in essere, che ci ha imposto di fare determinate scelte, anche alcune rinunce, ma sempre nell’ottica di salvaguardare la salute pubblica prima di tutto. Quello che abbiamo ottenuto è stata una festa all’insegna della responsabilità in cui però ognuno di noi ha avuto modo di tornare ad apprezzare quei momenti di svago e divertimento che da troppo tempo ci mancavano. Mi unisco ai ringraziamenti del sindaco verso tutti coloro che si sono spesi per la nostra comunità e che col loro lavoro hanno permesso a tutti noi di tornare a godere di un Ferragosto pieno di iniziative, spettacoli ed eventi». Queste le parole del vicesindaco con delega a Cultura e Turismo, Valentina Adiutori.

nota stampa e foto a cura dell’ufficio Comunicazione del Comune di Paliano, che ringraziamo.