Marco Tampwo

Grave lutto nel mondo del calcio dilettantistico: è morto ieri pomeriggio – giorno di Ferragosto – Marco Tampwo, classe 2002, recentissimo acquisto dell’Atletico Terme Fiuggi.

Stando a quanto si apprende, il giovane sarebbe venuto a mancare a seguito di un malore che l’ha colpito mentre si trovava nella sua abitazione di Mentana, in provincia di Roma.

Si è sentito male attorno alle 18.00 quando si trovava a casa; accortosi del malore ha provato ad uscire di casa per recarsi in ospedale ma si è accasciato al suolo in strada. A chiamare i soccorsi sono stati alcuni passanti: sul posto si sono immediatamente portati gli operatori dell’Ares 118 che, constatata la gravità della situazione, hanno fatto intervenire una eliambulanza ma per il giovane – ormai – non c’era più nulla da fare. Stando ad una prima ricostruzione, il giovane sarebbe deceduto a causa di un infarto ma per fare piena luce su quanto accaduto si dovrà procedere con l’esame autoptico.

IL CORDOGLIO DELL’ATLETICO TERME FIUGGI

“Il Presidente Davide Ciaccia e tutto l’Atletico Terme Fiuggi piangono il calciatore Marco Tampwo, arrivato da qualche settimana, e scomparso oggi prematuramente a soli 19 anni. Non abbiamo parole davanti ad una simile tragedia. Ciao Marco“, il commento del club ciociaro.

Nella scorsa stagione, il giovane calciatore aveva giocato con la U.S. Pianese, squadra di Piancastagnaio, paese alle pendici del Monte Amiata, in provincia di Siena, collezionando sei presenze in totale. Ecco le parole del presidente e della società:

LA COMMOZIONE DEL PRESIDENTE DELLA U.S. PIANESE E DELLA SOCIETA’ TUTTA

La U.S. Pianese, nel nome del Presidente Maurizio Sani, della dirigenza, dello staff, dei calciatori e dei collaboratori piangono la prematura e tragica scomparsa del calciatore Marco Tampwo, venuto a mancare nella giornata di oggi (ieri, per chi legge – n.d.r.) a soli 19 anni. Marco aveva disputato due stagioni con la Pianese debuttando in serie D, per poi trasferirsi e avvicinarsi a casa nell’Atletico Terme Fiuggi. Non ci sono parole davanti a una tragedia del genere.