Per la nona volta, l’Orchestra Italiana di Flauti Dolci, diretta dal Maestro Celestino Dionisi, ha scelto il convento di San Lorenzo per preparare il nuovo repertorio che eseguirà nel prossimo anno.

La compagnia musicale – come il Maestro Dionisi sottolinea, non senza un pizzico di orgoglio – è la prima Orchestra di flauti dolci costituita in Italia, se non in Europa e punta a valorizzare il flauto dolce strumento particolarmente adatto allo sviluppo della pratica musicale individuale e collettiva”.

Le 10 giornate si sono svolte fra lezioni, esercitazioni di gruppo, prove collettive, visite guidate ed escursioni nel percorso contemplativo di papa Wojtyla.

E’ una attività che trova nel convento di San Lorenzo – a detta del maestro Celestino – un ambiente ideale nella maestosa pace del luogo, particolarmente appropriato alla sonorità contenute e raccolte della musica antica.

Il repertorio dell’Orchestra comprende infatti composizioni dei grandi maestri del Settecento – anzitutto Bach ed Hàndel – per spaziare fino alle ben note colonne sonore di Moricone, alle prime forme del jazz, senza dimenticare le molte composizioni originali del Maestro Dionisi.

Vadano loro un simpatico “ad maiora” ed i fervidi auguri dalla Redazione.

articolo e foto a cura di Giorgio Alessandro Pacetti