Anagni si prepara ad ospitare la XXVIII edizione del Festival del Teatro medievale e rinascimentale, l’attesa rassegna teatrale anche quest’anno diretta dal prof. Giacomo Zito; a pubblicare in anteprima il programma è il blog “L’Anagninodiretto dal prof. Paolo Carnevale.

Il primo spettacolo il 20 agosto: ad aprire il Festival ci sarà Sergio Rubini che reciterà versi di Dante.

A seguire, sabato 21 agosto, torna ad Anagni “La Compagnia dei Folli” con un altro appuntamento dedicato a Dante, realizzato e proposto proprio l’anno delle celebrazioni dantesche, a 700 anni dalla scomparsa del Sommo Poeta, padre della lingua italiana: “Inferno”.

Domenica 22 agosto sul palcoscenico del Festival del Teatro medievale e rinascimentale ci sarà di nuovo Dante, con la lezione scenica tenuta da Alessio Ninu, “in un meraviglioso viaggio immaginario in chiave scenica ed estetica, attraverso la psicologia dei personaggi, le simbologie, i costumi e le credenze del Medioevo, la conoscenza astronomica del tempo, il fascino e il mistero della numerologia, l’importanza della matematica e della musica, i colori, l’iconografia, l’ispirazione data alla pittura. Il genere fantastico. L’horror (VM 14). Come se fosse reale”. Prevista anche la partecipazione della brava attrice anagnina Chiara Maccioni.

Terminata la pausa dei giorni feriali, il Festival torna venerdì 27 agosto in piazza Innocenzo III con il workshop pubblico sull’arte della recitazione dal titolo “Medieval Comic Shop“: a condurra la serata ci sarà Marco Simeoli, autore, regista e interprete, oltreché apprezzatissimo attore, e Luigi Pisani che lo scorso anno, sempre al Festival del Teatro medievale e rinascimentale di Anagni, ha interpretato Thomas Becket nella prima nazionale di “La carezza del fuoco” diretta da Giacomo Zito.

L’ultimo, attesissimo spettacolo si terrà sabato 28 agosto e si intitola Dante in Musica, tratto dall’Opera “La Divina Commedia Opera Musical“, creata dalla Mic Musical International Company in occasione dei 700 anni dalla morte del Sommo poeta. Basato sul decorso dei canti della Divina Commedia, lo spettacolo ripercorre i momenti più noti ed emozionanti del capolavoro dantesco, da Paolo e Francesca al Conte Ugolino, da Ulisse a Pia de’ Tolomei, immergendo gli spettatori in un mondo onirico di straordinario impatto emotivo. Con la regia di Andrea Ortis su libretto di Gianmario Pagano e Andrea Ortis, le musiche di Marco Frisina, coreografia di Massimiliano Volpini e disegno luci di Virginio Levrio lo spettacolo racconta il periglioso viaggio dell’uomo Dante attraverso i tre mondi ultraterreni, Inferno, Purgatorio e Paradiso proponendo l’utilizzo del testo in volgare trecentesco in una dimensione scenica coinvolgente ed elegante.