Oggi in Consiglio Regionale ho depositato un ordine del giorno, collegato alla pl 294 attualmente all’attenzione dell’aula, che impegna la Regione alla istituzione del monumento naturale “Cascata dello Schioppo”, a Frosinone.

Si tratta di un polmone verde situato nel centro urbano, comprendente l’area fluviale lungo il Cosa, si estende per circa 150.000 metri quadrati e comprende anche aree di valenza storica ed archeologica.

Sono luoghi che meritano una tutela ed un risanamento ambientale. Mi sento di ringraziare le Associazioni “Frosinone Bella e Brutta ODV”, “Zerotremilacento Arte Pubblica Relazionale”, “Rigenesi”, “Ci Vediamo in Provincia!” e Circolo Legambiente “Il Cigno di Frosinone APS”, riunite nel Coordinamento “Schioppo Bene Comune”, che in questi anni, con il loro attivismo, spesso sole, hanno lavorato duramente per valorizzare quest’area, tenendo sempre alta l’attenzione come dimostra la recente raccolta firme inviata al Presidente della Regione.

Con il riconoscimento di “Monumento Naturale” potremo fare il primo passo verso il “Parco del Fiume Cosa”, puntando immediatamente alla realizzazione di un percorso naturalistico nel cuore della città, la messa in sicurezza della cascata e la bonifica immediata, grazie alle prime risorse che potremo ottenere”.

Spero che nei prossimi giorni questo odg venga approvato nell’ambito della Pl 294 e si dia inizio all’iter. Proteggere questi luoghi è, ormai, una corsa contro il tempo.

articolo a cura di Mauro Buschini, consigliere regionale del Lazio

LAZIO: LOMBARDI (R.LAZIO), BENE ODG PER CASCATA DELLO SCHIOPPO MONUMENTO NATURALE

“Accolgo con favore l’ordine del giorno che impegna la Regione Lazio all’istituzione del monumento naturale “Cascata dello Schioppo” a Frosinone, presentato oggi in Aula dal consigliere regionale, Mario Buschini, nell’ambito dell’esame del Collegato al Bilancio. Mi auguro che il Consiglio regionale lo approvi perché è grazie a misure come questa che la nostra regione può arricchirsi di nuove aree naturali protette, coerentemente con quanto indicato dagli obiettivi di sostenibilità dell’Agenda ONU 2030 che indica appunto di raggiungere almeno il 30% di superficie sottoposta a tutela ambientale”. Così Roberta Lombardi, assessora alla Transizione Ecologica e alla Trasformazione Digitale della Regione Lazio. “Cascata dello Schioppo, nello specifico, è un polmone verde situato nel centro urbano di Frosinone, che comprende l’area fluviale lungo il Cosa, si estende per circa 150mila metri quadrati e include anche aree di valenza storica ed archeologica. – prosegue Lombardi – Ci troviamo inoltre davanti ad una proposta che nasce da un documento condiviso con il territorio, con le Associazioni, i Comitati e tutte quelle realtà che da anni si occupano della tutela e valorizzazione dell’area naturalistica e hanno contribuito alla sensibilizzazione verso le azioni di salvaguardia dell’area. Un connubio di tutela ambientale, impegno civile e cittadinanza attiva a cui non si può dire di no”, conclude l’assessora.