Mai come in questo periodo il Sentiero Europeo E1 è stato preso d’assalto dagli escursionisti venuti a Piglio da tutta Italia. Lo sapete il perché? E’ presto detto.

Grazie alle passeggiate organizzate dall’escursionista e speleologo pigliese Gianfranco Pirosini molti appassionati hanno avuto la possibilità di conoscere le montagne che circondano Piglio, in particolare il sentiero Europeo E1.

L’E1 è il grande sentiero d’unione tra il nord Europa ed il Mediterraneo centrale, inaugurato il 2 Luglio 1972 a Costanza sull’omonimo Lago.

Attualmente prende il via da Flensburg cittadina della Germania e termina al Sud d’Italia passando a Castelluccio di Norcia nel cuore dell’Umbria e a Piglio.

Un tracciato che collega le ventose spiagge del Mar Baltico con i borghi medioevali dell’Italia centrale in poco meno di 3000 Km segnati tutti transitabili a piedi.

Gli escursionisti hanno avuto la possibilità di visitare lungo il percorso: Altipiani di Arcinazzo-Monte Scalambra-Piglio facente parte dell’itinerario n° 3 segnalato e caratterizzato da vari punti di sosta, distinti da pannelli di carattere ecologico ed alpinistico riportanti tutte le bellezze artistiche e naturali e i suggestivi panorami che la zona offre, dal Santuario della Madonna del Monte (sec. XII), alla chiesa di San Lorenzo sita alle falde dello Scalambra, per arrivare al Monte Scalambra dove si affaccia il romitorio di San Michele.

articolo a cura di Giorgio Alessandro Pacetti