Venerdì 30 luglio alle ore 21.00, nel largario della chiesa di San Pietro a Fiuggi e, in replica, sabato 7 agosto alle ore 17.30 alla Fonte Anticolana di Fiuggi si terrà la presentazione del volume edito dall’associazione culturale “Carlo D’Amico” in collaborazione con l’Accademia dei Lincei: “Leonardo Paterna Baldizzi e Fiuggi: la città termale nella cronistoria di un architetto del Novecento”.

L’evento è realizzato in collaborazione con l’assessorato alla Cultura e Centro Storico coordinato da Marina Marilena Tucciarelli, Acqua&Terme Fiuggi, Pro loco, Trovautore, Giornale Fiuggi e Villa Igea.

“Era il 23 aprile 1930 – si legge in una nota inviata a questa redazione – quando il noto architetto accademico della Regia Università di Napoli varcò le soglie di Fiuggi conoscendo così gli aspetti più importanti del territorio e le famose sorgenti dell’acqua medicamentosa. Leonardo Paterna Baldizzi, allievo di Almeyda e Basile, nella città termale non ha progettato nessuna opera a differenza di altri suoi colleghi come Burba o Magni ma ci ha lasciato importantissime testimonianze che hanno permesso di ricostruire parte di un decennio che altrimenti andavano disperse nel tempo“.

Il libro raccoglie le memorie scritte dall’architetto durante i soggiorni trascorsi nella città termale: “così – è scritto ancora nella nota – vedremo come era il centro storico e la sua vita, come si trascorrevano le giornate di cura presso la vecchia Fonte Bonifacio VIII o come si organizzavano eventi presso la Fonte Anticolana e soprattutto la descrizione di personaggi dell’epoca che frequentavano Fiuggi di cui si è perso memoria. Interessanti i riferimenti del noto architetto al nostro storico giornale “Fiuggi” ed al suo direttore dell’epoca Luigino Martini”.