Nei giorni scorsi, durante la normale attività di controllo che gli agenti della Polizia di Stato in servizio presso l’Ufficio Immigrazione eseguono per il rilascio dei permessi di soggiorno, è emerso che a carico di un cittadino nigeriano pendeva un ordine di carcerazione emesso dalla Procura di Catania.

Ulteriori accertamenti hanno permesso di appurare che il trentenne era stato condannato in via definitiva per il reato di rapina a mano armata in concorso con altri commessa proprio nella città siciliana.

A quel punto i poliziotti della Questura lo hanno convocato con una scusa e quando l’uomo si è presentato gli hanno notificato l’ordine di carcerazione e lo hanno accompagnato presso la Casa Circondariale di Frosinone dove sconterà la sua pena.