Piglio

In riscontro alla nota pubblicata da questa redazione per conto del dott. Tommaso Cittadini, riceviamo – e pubblichiamo di seguito, integralmente – quest’altra nota inviata al nostro indirizzo email dalla – riportiamo testualmente – “segreteria nazionale del Partito Più Italia, rappresentato dal leader Fabrizio Pignalberi”.

Nella nota si “precisa che il Sig. Tommaso Cittadini era già stato allontanato nel 2020 dal partito Più Italia, prima ancora che sorgessero dei problemi di natura personale con il Pignalberi che nulla hanno a che vedere con la sfera politica.

Per quanto concernono le continue querelle dei Fratelli D’Italia di Piglio, è sotto gli occhi di tutti, come gli stessi rappresentanti del circolo di FdI di Piglio oltre che denigrare Pignalberi, non abbiamo contenuti e argomenti politici da proporre, come più volte segnalato dal Presidente Pignalberi ai vertici provinciali di FdI.
Peraltro, è lo stesso Sig. Cittadini ad affermare che gli attacchi dei dirigenti pigliesi siano legati a questioni di antipatie personali e politiche e risalgono al lontano 2019, prima ancora della messa in onda dei servizi delle Iene.

Va ribadito che è lo stesso Presidente a decidere di rescindere il patto federale con FdI, costituendo nel febbraio 2021 il partito politico summenzionato. Nessun rappresentante provinciale, regionale o nazionale di FdI ha escluso il leader, adottando provvedimenti o quanto altro. La trasmissione televisiva “Le Iene” ha agito a seguito di denunce che si sono rivelate infondate, su segnalazione dello stesso circolo di FdI di Piglio. Attendiamo importanti risvolti sulla vicenda Pignalberi, già a partire dalla settimana prossima”.