Malpensa Intermodale, la società del Gruppo FNM che gestisce il terminal di Sacconago, e l’operatore belga Move Intermodal hanno lanciato la nuova relazione tra lo scalo di Busto Arsizio e quello di Ferentino. La frequenza di avvio del traffico è di tre roundtrip a settimana con arrivo e partenza da Sacconago il martedì, giovedì e sabato.

Lo scalo laziale si colloca all’interno di un’area a forte vocazione industriale dove sono insediate importanti multinazionali. Il traffico è quindi caratterizzato sia da flussi di materie prime e semilavorati che dal Benelux – collegato con Sacconago giornalmente con 2 coppie di treni – raggiungeranno le aziende in Centro Italia interamente su ferro, sia da prodotti finiti che torneranno in Lombardia e in Nord Europa direttamente tramite lo scalo di FNM, senza alcun trasferimento su gomma.

Una parte consistente del nuovo traffico è poi riservata alle aziende del territorio che possono sfruttare questa nuova connessione per raggiungere mercati di approvvigionamento o distribuzione utilizzando l’intermodalità, contribuendo quindi allo sviluppo di un trasporto sempre più sostenibile in termini di riduzione di emissioni, congestione e incidentalità.

La trazione del treno è affidata a CFI, che cura anche una parte della commercializzazione, e a SBB Italia.