Avrebbe potuto avere conseguenze ben più gravi l’incidente che si è verificato nella tarda serata di ieri nella centralissima piazza Innocenzo III dove era in corso la presentazione del libro della giornalista Valentina Petrini: un bambino dell’età di circa dieci anni è caduto dal balconcino che si trova davanti alla sede della Pro Loco dopo che la cancellata in metallo che ne delimita l’area ha ceduto precipitando al livello della piazza.

Nell’incidente, il bambino avrebbe – fortunatamente – riportato solo ferite lievi, un trauma al costato e tanto spavento ma è stato comunque accompagnato in ospedale a Sora poiché, come riporta la pagina Facebook “L’Anagnino” gestita dal giornalista anagnino Paolo Carnevale, “perché la TAC ad Alatri non era funzionante“.

“Se la cancellata fosse caduta sopra il ragazzo, o se sotto la cancellata al momento della caduta ci fosse stato qualcun altro – si legge ancora su “L’Anagnino” – l’esito sarebbe stato ben peggiore“.

A portare i primi soccorsi al ragazzino sono stati i Carabinieri della Compagnia di Anagni e gli operatori della Polizia Locale, entrambi già presenti sul posto. L’area interessata dal cedimento è stata successivamente delimitata per far sì che nessun altro potesse avvicinarsi.

A poche ore dall’accaduto, sui social-network e nei luoghi di discussione fioccano già le polemiche; c’è chi ricorda che poco meno di un anno fa, proprio tramite questo giornale, ci fu chi segnalò alcuni interventi sbagliati che potrebbero aver influito sulla stabilità della struttura e potrebbero aver provocato l’incidente di questa sera.