Per aumentare il numero di tamponi sul territorio e tracciare la variante Delta e isolare casi di positività, la ASL di Frosinone ha portato un camper attrezzato nella zona alta di Frosinone, luogo di incontro giovanile.

Nessun caso positivo dei 23 tamponi effettuati da due infermieri del servizio di Igiene e 1 tecnico del Dipartimento di prevenzione della ASL di Frosinone che venerdì 10 luglio dalle 20.30 alle 23.30, oltre ai tamponi, hanno distribuito opuscoli sollecitando il rispetto delle regole anti-Covid e soprattutto aderire alla campagna di vaccinazione.

“Sono rimasta davvero colpita dal senso di responsabilità dei ragazzi – commenta Simona Di Chiara, responsabile attività tamponi della ASL di Frosinone – ne cito uno, ad esempio, vaccinato con la 1 dose al mattino, ha voluto farsi il tampone perché non si sentiva tranquillo”.

“La battaglia non è finita – avverte Pierpaola D’Alessandro, Direttore Generale della ASL di Frosinone – e non la vincono solo gli operatori sanitari. Vogliamo tutti vivere un’estate tranquilla e pensare alla ripresa anche delle scuole in autunno. Avremo successo solo se tutti recitano la loro parte. Quindi servono comportamenti di buon senso”.

“La Ciociaria si sta comportando bene, ma il virus si prende gioco di noi e alla ripresa della vita sociale, lui festeggia continua la dottoressa D’Alessandro – Proprio per questo chiediamo a tutti un grande senso di responsabilità. Il virus circola. Basta un attimo che le cose si complicano”.

Il camper dei tamponi di sera è un’esperienza che si ripeterà in tutto il territorio ciociaro per non dare tregua al virus.