Sabato, 10 luglio, tamponi di sera, a Frosinone, il  progetto della ASL FR  di uno screening con tamponi antigenici rapidi per Covid-19.

Per sottoporsi al test sarà sufficiente presentarsi muniti di tessera sanitaria.

Per i minorenni sarà inoltre necessario essere accompagnati da un genitore o presentare consenso informato (scaricabile dal sito: https://www.asl.fr.it/) firmato da genitore/tutore.

Vaccini per le persone fragili e stranieri

Il direttore generale dell’Asl Frosinone, Pierpaola D’Alessandro, e le Caritas diocesane di Anagni-Alatri, Frosinone-Veroli-Ferentino e Sora-Cassino-Aquino-Pontecorvo  hanno affrontato insieme il problema della vaccinazione per il Covid-19 delle persone senza fissa dimora presenti nel territorio dando l’avvio a un programma di collaborazione.

«Ricevute le dosi vaccinali, partiamo nelle nostri sedi – ha commentato Pierpaola D’Alessandro, Direttore Generale della ASL di Frosinone – Laddove ve ne sarà necessario, la ASL mette a disposizione il camper vaccinale per portare il vaccino ovunque».

La Caritas ha contattato tutti i parroci  per individuare coloro che dimorano nelle adiacenze delle stazioni ferroviarie o nei luoghi più periferici che, una volta contattati, e dopo uno screening medico riceveranno la somministrazione del vaccino anti-Covid.

Una collaborazione a favore dei più deboli, una risposta concreta all’invito di Papa Francesco che si è rivolto a tutti i responsabili delle nazioni e delle varie organizzazioni, chiedendo di promuovere la cooperazione e non la concorrenza e di cercare una soluzione: vaccini per tutti, specialmente per i più vulnerabili e bisognosi di tutte le regioni del Pianeta.