Raffaella Carrà

Un pezzo di storia italiana, e non solo – dunque – dello spettacolo e della televisione: Raffaella Carrà è scomparsa oggi, lunedì 5 luglio 2021, dopo una malattia che da diversi mesi la tormentava e che aveva tenuto nascosta al suo pubblico. A dare l’annuncio, il suo ex compagno storico Sergio Iapino, regista, autore televisivo e coreografo che per gran parte della sua vita è stato al fianco di Raffaella.

«Raffaella ci ha lasciati – queste le sue parole – è andata in un mondo migliore, dove la sua umanità, la sua inconfondibile risata e il suo straordinario talento risplenderanno per sempre». La “Raffa Nazionale” si è spenta alle ore 16.20 di oggi: nelle sue ultime disposizioni, avrebbe chiesto una semplice bara di legno grezzo e un’urna per contenere le sue ceneri.

Una lunga e straordinaria carriera tra televisione e musica, famosissima in Italia e all’estero, in special modo in Spagna dove pochi mesi fa era stata celebrata anche da The Guardian, che l’aveva definita «un’icona culturale che ha rivoluzionato l’intrattenimento italiano e ha insegnato all’Europa la gioia del sesso».

In Ciociaria Raffaella era tornata più volte da quando, a soli 22 anni, girò alcune scene al fianco di Frank Sinatra alla stazione di Anagni-Fiuggi per il film “Il colonnello Von Ryan” (titolo originale: Von Ryan’s Express) diretto da Mark Robson, regista canadese.

In questo filmato, tutti gli spezzoni della scena girata nei pressi della stazione di Anagni-Fiuggi montati dai responsabili della pagina Facebook Salviamo l’ex polveriera di Anagni, che qui ringraziamo.