l'ingresso delle grotte di Collepardo

Le Grotte di Pastena, Collepardo e il Pozzo d’Antullo sono sempre più un polo d’attrazione per visitatori di ogni età. I suggestivi siti ipogei in provincia di Frosinone, che insieme costituiscono un unico grande patrimonio speleologico, sono valorizzati e tutelati dal 2019 dalla Regione Lazio con la gestione di LAZIOcrea S.p.a. in collaborazione con le amministrazioni locali.

Confrontando i dati di giugno 2019 con quelli del 2021 (nel 2020 a giugno le Grotte erano chiuse al pubblico per le misure di contenimento del contagio da Covid-19) si registra un incremento di visitatori pari a +47% per le Grotte di Pastena (2.256 visitatori nel 2021 e 1.533 nel 2019 con +22% di incassi) e a ben + 153% per le Grotte di Collepardo e Pozzo d’Antullo (1.591 nel 2021 e 628 nel 2019 con +91% di incassi) con una media di +78% complessivi. Un risultato importante raggiunto grazie alle azioni di promozione, valorizzazione e animazione dei tre geositi

“Stiamo lavorando alla valorizzazione di questi luoghi straordinari da un punto di vista storico, naturalistico e culturale”, ha dichiarato il Capo di Gabinetto della Regione Lazio Albino Ruberti. “Visitare queste Grotte vuol dire fare un viaggio nel tempo non solo alla scoperta dei fenomeni naturali che hanno portato alla creazione di formazioni così affascinanti, ma anche nella storia degli uomini, con le testimonianze che i nostri antenati ci hanno lasciato e che questi siti ipogei hanno custodito fino a oggi. Siamo molto felici di accogliere anche quest’anno un numero così significativo di visitatori - ha proseguito Ruberti - e in particolare del successo delle Grotte di Collepardo in cui il 4 giugno abbiamo inaugurato il nuovo progetto di illuminazione firmato dalla lighting designer Chiara Carucci e il rinnovato percorso audioguidato con la voce di Donatella Bianchi. Ora continuiamo a lavorare affinché presto si possa migliorare l’esperienza di visita anche delle Grotte di Pastena perché tutte e tutti, dai più piccoli ai più grandi, possa godere di questi luoghi straordinari scoprendone la bellezza e, al contempo, rispettando l’ambiente”.

Il rinnovato progetto illuminotecnico delle Grotte di Collepardo, infatti, non solo restituisce nuova luce allo spettacolo naturale del sito supportando l’esperienza di visita ma, grazie all’installazione di 198 punti luce a led, riduce anche il consumo energetico del 95% e ha un minore impatto sulla biodiversità.

Le tappe del percorso di visita di Collepardo, inoltre, dal 4 giugno sono accompagnate dalla voce di Donatella Bianchi, Presidente di WWF Italia, giornalista, scrittrice e conduttrice televisiva, che ha realizzato due audioguide complete, una per i grandi e una dedicata ai più piccoli, per scoprire il patrimonio di biodiversità e di testimonianze archeologiche del geosito.

Le tre Grotte ospitano anche un ricco calendario di eventi estivi: fino a settembre, concerti, teatro, clownerie, laboratori per grandi e bambini, ma anche escursioni naturalistiche, percorsi in bicicletta, visite guidate, giornate dedicate alla ricca offerta enogastronomica del territorio e molto altro. Un programma dedicato a tutte le età e consultabile sul sito ufficiale.