Studenti e lavoratori pendolari costretti a camminare su un tappeto di rifiuti: è quanto accade, ormai da troppo tempo e senza che nessuno intervenga, nel parcheggio multipiano della stazione ferroviaria di Anagni-Fiuggi Terme.

A lamentarsi del disagio sono proprio i fruitori del servizio ferroviario, alcuni dei quali preferiscono lasciare la propria auto lontano dallo scalo ferroviario pur di non inciampare tra i rifiuti o di non calpestare qualcosa di particolarmente sgradevole.

La parola ai pendolari

“Ad Anagni e anche nei paesi limitrofi ci sono tanti percettori del reddito di cittadinanza: perché non utilizzarli per ridare un minimo di decoro a questi luoghi così abbandonati al degrado e all’incuria? Nelle fatiscenti condizioni in cui oggi versa la stazione, la sicurezza dei pendolari è assolutamente minata”, è quanto afferma una giovane studentessa che qui deve lasciare l’auto per recarsi nella Capitale a seguire i corsi universitari.

“Invochiamo un intervento affinché si programmi urgentemente un azione di pulizia straordinaria e di rimessa a nuovo dell’area, a tutela delle migliaia di cittadini, anagnini e non solo, che ogni giorno la utilizzano”, afferma invece un professionista di Paliano che tutti i giorni

Gli incivili

Manco a dirlo, sono purtroppo tanti gli incivili che utilizzano l’area come discarica, quasi fosse un cassonetto. Le pareti piene di graffiti – del resto – sono solo l’ultimo dei problemi.

Una storia di incuria perenne – dunque – quella del parcheggio della stazione ferroviaria di Anagni-Fiuggi Terme dove la situazione di degrado genera condizioni di pericolo e senso di insicurezza per lavoratori e giovanissimi studenti.